Decidere di smettere di fumare

Così come un bel giorno della propria vita si è scelto di cominciare a fumare, allo stesso modo si può decidere di smettere di fumare. Certo questa è una decisione faticosa, che può spaventare e spesso si pensa di non riuscire a cambiare una abitudine così radicata o di non avere le capacità o la forza di volontà per farlo.
In effetti le statistiche dicono che smettere di fumare non è un obiettivo semplice da raggiungere, ma al giorno d’oggi, chi decide di farlo, ha a disposizione moltissimi strumenti e approcci che può utilizzare.

Per prima cosa la forza di volontà. Certo non bisogna fare in modo che questa scelta diventi una lotta contro se stessi, ma la convinzione di voler smettere di fumare è importante e le motivazioni profonde che portano in questa direzione anche. La forza di volontà da sola, però spesso non basta. E’ infatti dimostrato che solo tre persone su cento riescano a smettere da sole. L’importante è non scoraggiarsi e sapere che la nicotina dà dipendenza e che quindi ci si può aiutare con altri strumenti e metodi a disposizione.
Ci si può, per esempio, rivolgere ai centri antifumo. In Italia sono presenti circa 400 strutture, distribuite sul territorio, dove i fumatori possono trovare esperti e medici che possono guidarli in questo percorso, attraverso terapia di gruppo, counseling individuale o la sommnistrazione di prodotti alternativi alla nicotina.

Il counseling può essere una strada molto utile per raggiungere l’obiettivo. Da alcuni studi, per esempio, emerge che alcune persone smettono di fumare a seguito del consiglio del proprio medico. Per altri, invece, non basta, ma la figura di una persona preparata con cui avere incontri individuali, che motivi e stimoli a continuare il percorso, può portare a ottimi risultati. Anche i gruppi di auto aiuto sono utili per chi ha bisogno di non sentirsi solo in questa scelta, ma di condividere l’esperienza con altre persone nella stessa situazione.
La nicotina  è una sostanza che dà dipendenza e per questo eliminarla dal proprio organismo non è semplice. Oltre a una dipendenza psicologica verso il piacere del gesto e della sensazione fisica, c’è proprio una dipendenza fisica, che può creare in alcuni disturbi, nel momento in cui la sostanza viene eliminata. In questo caso si consiglia di utilizzare cerotti alla nicotina o altri prodotti sostitutivi, con cui abituare l’organismo alla diminuzione della quantità inserita. Questo aumenta le possibilità di successo di chi decide di smettere di fumare.